fbpx

P Padova

IL VICESEGRETARIO LORENZATO ABBANDONA IL PARTITO PD DI PADOVA


Michela Lorenzato vicesegretaria del PD di Padova, lascia il partito e spiega il perchè.
Ad ognuno il proprio Matteo. In questi giorni ho ricevuto telefonate, mail, messaggi… tutti alla ricerca della stessa risposta: COSA FAI, VAI O RESTI? E allora si comincia a riflettere e a mettere in fila tutto: le riunioni fissate alle 16 del pomeriggio e le battaglie per le pari opportunità o per sollecitare la presenza delle donne in politica, i grandi discorsi sul riportare i territori al centro e le scelte calate dall’alto, i proclami da assemblee e direzioni e il temporeggiare sempre e comunque sull’operatività, la politica del “si ma anche… no”. 
La lista potrebbe essere lunga. Ho amato il PD sin dal primo giorno. E ho regalato a questo partito, tempo, energie, risorse. L’ho fatto con la gratuità di chi vive la politica come un servizio, e non come un ufficio di collocamento, con l’ambizione di chi spera di lasciare un piccolo segno, con la passione di quando si fa qualcosa che ti regala semplicemente gioia. Ho dato la mia disponibilità a lottare fino all’ultimo in battaglie perse in partenza. Ma il PD che vedo oggi non è quello che, con tanti compagni di viaggio, scelsi ormai più di dieci anni.  Il PD che vedo oggi, e non mi riferisco solo alle recenti scelte di governo, è quello dei favoritismi, degli amici degli amici, del “noi” contro “voi”, delle correnti nelle sottocorrenti, di chi parla di lavoro senza aver mai lavorato, delle candidature scelte a porte chiuse dalla provincia al quartiere, scelte obbligate fatte di scambi senza meritocrazia. Perché alla fine, devi essere non tanto la persona giusta, ma quella al posto giusto nel momento giusto.  Ho provato a cambiare le cose dal di dentro, e chiedo scusa a tutti quei compagni di viaggio che leggendo questo si sentiranno traditi. Ma forse, a conti fatti, non faccio altro che seguire quanti questa scelta l’hanno già fatta. Mi sento però di chiedere scusa a chi resta, vi auguro di riuscire a cambiare questo partito, io di fronte a questo PD alzo le mani in segno di resa. La mia uscita non posso che viverla come una sconfitta in primis personale. Ma la passione per la politica, la buona politica mi fa scegliere altre strade. Sono europea e… Siamo Europei diventa oggi la casa comune che abiterò, con le persone che come me vogliono portare al centro dell’agenda politica i temi veri, reali, concreti. Non ho scelto di seguire Matteo Richetti perché da sempre aderisco alla sua Associazione. Ho scelto di farlo perché con lui condivido un progetto di Paese, di Regione, di Provincia, di territorio, di sociale, di ambiente, fatta semplicemente di politica vera. “Cominciate col fare il necessario, poi ciò che è possibile e all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.” Questo diceva San Francesco, ed è proprio da lì, da San Francesco, da Assisi che intendo ripartire, perché la mia è la strada di chi parte e si ferma per ripartire.

Il 4 -5 - 6 ottobre prossimi, sarò ad Assisi con l’associazione fondata da Matteo Richetti, Harambee e non solo, con tanti ragazze e ragazzi di tutta Italia, più di venti solo dalla provincia di Padova, con la voglia di respirare una politica nuova e sono certa non ne rimarranno delusi. 

Michela Lorenzato

giweather joomla module

Direttore responsabile:

Dario Guerra

Proprietario/Editore:

Associazione “Motori e non Solo”

Direttore generale:

Cristian Pinzon

Email: info@nowpadova.com    

Chi è online

Abbiamo 86 visitatori e nessun utente online